ACEA: report sul mercato automotive

ACEA, l’associazione che riunisce le case costruttrici automobilistiche europee, ha pubblicato il suo rapporto sul mercato relativo ai primi nove mesi del 2021, offrendo così una panoramica dettagliata delle immatricolazioni, della produzione e del commercio di autovetture e veicoli commerciali, in Europa e nei mercati chiave di tutto il mondo.

Vediamo i punti essenziali del report.

Innanzitutto, partendo da un dato macroeconomico, le prospettive di crescita del Pil in Unione europea sono prevista per un 5% nel 2021, mentre quelle inflattive  dovrebbero rimanere sopra il 2% per questo e il prossimo anno, in gran parte a causa del forte effetto del rincaro del petrolio.

In questo quadro, in Europa, le immatricolazioni di autovetture sono aumentate dell'8% con 11 milioni di unità nei primi nove mesi dell'anno.
La produzione automobilistica dell'Ue è aumentata solo del 3,1% nello stesso periodo, per raggiungere 7,6 milioni di auto costruite, pari a 3 milioni di unità in meno rispetto ai volumi pre-crisi del 2019.

La produzione globale di automobili, invece, è aumentata dell'8,9% a 45,6 milioni di unità tra gennaio e settembre.

Entrando più nel dettaglio del mercato europeo, a otto mesi dall'inizio dell'anno, le esportazioni di automobili dell'Ue hanno rappresentato un valore totale di 80 miliardi di euro, in crescita del 16,4% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Le importazioni di automobili sono ammontate a 34 miliardi di euro, con un avanzo commerciale di quasi 50 miliardi di euro per l'Unione europea quest'anno fino ad oggi.

Per quel che riguarda di veicoli commerciali, fino al mese di settembre sono stati immatricolati 1.436.934 mezzi, con un incremento annuo del 19,1%.

Le vendite di van sono aumentate del 18,7% per raggiungere quasi 1,2 milioni di unità; mentre nello stesso periodo, sono stati venduti 217.000 nuovi camion in tutta l'Unione Europea, con un aumento del 23,4% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Si stima che, nonostante i vincoli della catena di approvvigionamento in corso, la produzione di veicoli commerciali in Europa sia destinata a crescere del 7% nel 2021.

Guardando al resto del mondo, la produzione nordamericana dovrebbe ammontare a 4,2 milioni di veicoli commerciali, in crescita del 9,7% rispetto al 2020.

In Giappone e Corea del Sud, invece, la produzione per l'intero anno dovrebbe diminuire del 4,8% con 1,3 milioni di unità.

Anche la produzione cinese di veicoli commerciali si indebolirà nel 2021, scendendo del 12,6% per raggiungere 5,2 milioni di unità.

Tra gennaio e agosto 2021, anche il valore totale delle esportazioni di veicoli commerciali dell'Ue è fortemente aumentato (+14,3%), generando un avanzo commerciale di oltre 3,6 miliardi di euro. Mentre il valore dei veicoli commerciali prodotti negli Stati Uniti esportati nell'Unione Europea è diminuito del 15,4% durante il periodo di otto mesi.