Credito d’imposta: Adm invia il primo gruppo di istanze al Mims

L’Agenzia delle Dogane ha inviato al Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili il primo gruppo di richieste del credito d’imposta del 28% per le spese sostenute per il gasolio (qui uno dei nostri precedenti articoli).

A farlo sapere una nota congiunta di Adm, associazioni di categoria dell'autotrasporto e Mims.

Si tratta di 15.200 domande fatte pervenire alla Direzione generale Autotrasporto del ministero per un importo di 250 milioni di euro circa. Questo primo gruppo corrisponde alle richieste presentate fra il 12 settembre, data di apertura della piattaforma, fino al 23 settembre scorso, correttamente processate e quindi non più modificabili. Le domande dovranno passare ora il controllo da parte di Consap.

A seguire, saranno inviate giornalmente le istanze ricevute nei giorni successivi al 23 settembre.

Si ricorda alle imprese di verificare nella propria area riservata il “credito importo ipotizzato” per appurare che sia coerente con il valore atteso; nel caso di modifiche da effettuare sarà necessario cancellare la pratica e inserirne una nuova allegando il file opportunamente corretto.

Le istanze con errori potranno essere cancellate e ripresentate fino a quando il portale rimarrà disponibile, cioè fino al 19 ottobre 2022.