Italia / News

Italia / News

Crollo viadotto Torino-Savona: i percorsi alternativi

Scritto da Redazione Tir   26 Novembre 2019

A causa del crollo del viadotto "Madonna del Monte" tra Savona e Altare dovuto ad una frana che ne ha investito i piloni di sostegno, il tratto tra il bivio dell'A6 Torino-Savona e l’A10 è stato chiuso.

Nel dettaglio, in attesa della conclusione dei lavori di pulitura e di riprofilazione dell’alveo ostruito dalla colata di fango, la viabilità sull’A6 è interrotta in direzione Nord nel tratto dall’interconnessione con l’A10 fino ad Altare e in direzione Sud tra Millesimo e l’interconnessione con l’A10.

Per le lunghe percorrenze sono previsti percorsi alternativi:

-      I mezzi che viaggiano lungo la A10 da Imperia verso Piemonte e Lombardia dovranno prendere la A26 Genova – Gravellona Toce a Genova a Voltri direzione Alessandria;

-      I mezzi che viaggiano lungo la A12 da La Spezia verso Piemonte e Lombardia dovranno percorrere la A7 a Genova, o la A26 a Genova Voltri e poi la A21 in direzione Torino;

-      I mezzi diretti da Torino a Savona dovranno imboccare la A21 in direzione Alessandria e poi la A26 in direzione Savona A10, ricordando che l’uscita obbligatoria istituita sulla A6 a Millesimo non consente di arrivare a Savona attraverso la viabilità ordinaria a causa della chiusura della SP29;

-      I mezzi con altre provenienze dalla dorsale tirrenica del Centro-sud Italia verso il Piemonte, al fine di non gravare sulle direttrici interessate dal maltempo, dovranno prendere la A11 direzione Firenze, la A1 verso Nord e successivamente la A21 verso Alessandria. Alternativamente potranno percorrere a La Spezia la A15 in direzione Parma, poi la A1 verso Nord e successivamente la A21 sempre in direzione Alessandria. Percorso inverso (A21-A1-A11, ovvero A21-A1-A15-A12) per i mezzi che dal Piemonte devono raggiungere la dorsale tirrenica.

Le autorità locali consigliano, inoltre, di evitare le aree limitrofe all’evento per non essere d’intralcio alle operazioni di soccorso. In A10 sono infatti attivi diversi cantieri per il pieno ripristino della sede stradale colpita dagli smottamenti dello scorso 23 novembre e anche la viabilità ordinaria nella zona interessata dal crollo può subire variazioni.

Per il momento, su questo fronte, è comunicato che:

-      Permane la chiusura sulla SS1 Aurelia in località Arenzano;

-      È chiusa la SS1 Aurelia al km 599 in località Finale Ligure (SV);

-      È chiusa la SS 582 del Colle di San Bernardo in località Zuccarello (SV);

-      È chiusa la SP 29 in località Montemoro (SV) dal km 147 al Km 149 causa frana;

-      È stata riaperta la SS1 Aurelia in località Vado Ligure;

-      È stata riaperta con istituzione di senso unico alternato la SS 334 del Sassello in località Stella.