Enrico Giovannini alla guida del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

È Enrico Giovannini il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del Governo guidato da Mario Draghi.

Nato a Roma nel 1957, Giovannini è professore ordinario di statistica economica all’Università Tor Vergata e docente di Sviluppo Sostenibile presso l’Università LUISS e la Scuola Nazionale di Amministrazione.

Già Chief Statistician dell’OCSE (2001-2009) e presidente dell’ISTAT (2009-2013), è stato ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali del governo Letta (2013-2014) ed è co-fondatore e portavoce di ASviS, l’alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile.

Presidente della Conferenza degli statistici europei, organismo della Commissione Economica per l'Europa delle Nazioni Unite (2011-2013), collabora con il Joint Reasearch Centre della Commissione europea.

Nel 2011 è stato chiamato dal governo Berlusconi a presiedere il "Gruppo di lavoro Economia non osservata e flussi finanziari", sulle misure di contrasto all'evasione fiscale e la "Commissione governativa per il livellamento retributivo Italia-Europa" e nel 2013 venne nominato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in un pool di "saggi" con il compito di indicare le priorità per uscire dalla crisi economica e istituzionale.

È presidente dell’European Statistical Governance Advisory Board (ESGAB) e ha presieduto la Commissione per la redazione della Relazione sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Enrico Giovannini, che ha giurato al Quirinale lo scorso 13 febbraio, succede a Paola De Micheli.