Ministero Interno: chiarimenti su sanzione accessoria della confisca del veicolo per reiterazione dell’illecito

Chiarimenti dal Ministero dell’Interno (con la circolare n. 300/STRAD/1/0000021131) sull’applicazione della sanzione accessoria della confisca del veicolo in presenza di recidiva della guida senza patente o con patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici o psichici, con particolare riferimento all’applicabilità in caso di ripetizione della violazione in un arco temporale superiore a due anni.

La circolare del Viminale evidenzia che la sanzione accessoria della confisca è conseguente alla “ripetizione” dell’illecito, (non essendo richiesta la “reiterazione”)  da cui deriva l’applicazione della confisca del veicolo; la sanzione accessoria del fermo amministrativo, inoltre, sarà applicata nell’ipotesi di guida senza patente, con patente revocata o non rinnovata per mancanza dei requisiti fisici e psichici.

La confisca, invece, si potrà applicare solo quando l’illecito venga commesso nuovamente nei due anni prescindendo dal fatto che configuri una reiterazione o una recidiva.