Patentini ADR e certificati consulenti sicurezza: la circolare del ministero degli Interni

Il Ministero dell’interno, Servizio di Polizia stradale, con una circolare del 14 aprile, ha fornito alcune precisazioni in merio alla sottoscrizione da parte dell’Italia degli Accordi multilaterali ADR M333, sui certificati di formazione dei conducenti, e M334, sui certificati per il consulente della sicurezza (qui il nostro precedente articolo).

Gli accordi stabiliscono che tutti i certificati di formazione professionale dei conducenti ADR (patentino ADR), nonché tutti i certificati del consulente per la sicurezza del trasporto di merci pericolose, la cui validità scade tra il 1° marzo 2020 e il 1° settembre 2021, restano validi fino al 30 settembre 2021.

La circolare ministeriale precisa che gli accordi hanno validità per i trasporti nazionali e per l’attività di consulenza all’interno del territorio dei Paesi firmatari degli accordi, nonchè per i trasporti internazionali tra i medesimi Paesi.

Le proroghe debbono essere coordinate con analoghe misure adottate con norme nazionali; in particolare, l’art.103 del DL n.18/2020 relativo alla validità di attestati, certificati, permessi, ecc. stabilisce che la validità dei titoli aventi scadenza compresa tra il 31 gennaio 2020 e la data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza COVID-19, è prorogata sino a 90 giorni successivi, cioè fino al 29 luglio 2021.

La norma nazionale ed i richiamati accordi ADR sono pienamente vigenti e pertanto si applicherà la norma più favorevole, quindi:

per i certificati con scadenza tra il 31 gennaio 2020 ed il 29 febbraio 2020 la validità è prorogata fino al 29 luglio 2021, soltanto ai fini del trasporto nazionale;

per i certificati con scadenza tra il 1° marzo 2020 ed il 1° settembre 2021: la validità è prorogata fino al 30 settembre 2021 ed è riconosciuta in tutti i Paesi che hanno sottoscritto gli accordi M333 ed M334.