Rifiuti: l’Albo gestori riconosce la possibilità di utilizzare veicoli presi in locazione da imprese di Stati Ue

L’Albo nazionale dei gestori ambientali ha espressamente riconosciuto, con una circolare del 9 luglio, la possibilità di utilizzare veicoli presi in locazione da impresa di qualsiasi Stato membro dell’Unione europea. Una possibilità prevista dal nuovo articolo 84 del Codice della Strada e finora preclusa dalle precedenti circolari Albo gestori del 2008 e 2013, che si basavano sulla vecchia normativa del noleggio.

La circolare fornisce anche dettagliati aggiornamenti operativi, quali:

i veicoli  in  locazione senza  conducente possono essere  utilizzati  per trasporti sia nazionali che internazionali;

i veicoli in locazione senza conducente possono essere noleggiati da qualsiasi impresa avente sede sul territorio di altro Stato membro dell’Unione europea (imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi o di locazione senza conducente regolarmente autorizzate), a condizione che essi siano immatricolati o immessi in circolazione secondo la legislazione di qualsiasi Stato membro;

è ammessa la locazione senza conducente di veicoli di proprietà o in leasing;

è vietata la sub-locazione;

per poter essere noleggiato il veicolo deve essere immatricolato per uso di terzi anche se negli Stati membri dove non è prevista la distinzione della destinazione d’uso dei veicoli (conto proprio e conto terzi) la limitazione non è applicabile;

i veicoli ad uso speciale e quelli utilizzati per il trasporto di merci in conto proprio possono essere oggetto di locazione senza conducente purché abbiano peso massimo non superiore a 6 tonnellate.