Trasporto container: firmati due verbali integrativi

Sono recentemente entrati in vigore due verbali integrativi all’accordo sul trasporto di container tra le associazioni dell’autotrasporto e della committenza.

Il verbale di maggiore interesse è quello che riguarda la clausola di salvaguardia sul gasolio, grazie al quale le aziende potranno contare su un aumento delle tariffe che darà respiro al settore a seguito degli ingenti aumenti del costo dei carburanti.

Le parti dell’accordo hanno infatti stabilito un modello di calcolo della clausola di salvaguardia grazie alla quale viene applicata una variazione automatica dell’incidenza del costo del gasolio sulle tariffe dei servizi di autotrasporto. In particolare, alla luce dell’incremento del 4,93% dei costi delle imprese legati al gasolio nel periodo di luglio/agosto 2021 sul prezzo base parametrato allo scorso 3 giugno, i servizi di trasporto effettuati nel mese di settembre e ottobre 2021 saranno fatturati a ottobre e novembre con una maggiorazione tariffaria pari all’ 1,48%.

Il secondo accordo, di natura più tecnica, riguarda invece lo strumento del “distanziere”. La Commissione Tecnica istituita dall’accordo, ha deciso di sostituire il distanziere “vettoriale” 2010 prodotto da Res Data con il nuovo distanziere R.T.O. ORES 2020 per la determinazione delle distanze chilometriche nel settore trasporto contenitori.

Per questo motivo, i contratti di trasporto sottoscritti tra imprese di trasporto e committenti a partire dal 1° ottobre 2021, dovranno richiamare il “distanziere” quale strumento necessario per la definizione degli elementi di calcolo chilometrico delle tratte. I contratti scritti in essere alla data di entrata in vigore del verbale dovranno invece essere adeguati a quanto concordato entro e non oltre il 1° febbraio 2022.