Ue: accordo su stop auto e furgoni a benzina e diesel dal 2035 

Il Parlamento europeo e il Consiglio Ue hanno raggiunto un accordo, per ora provvisorio, sugli obiettivi di riduzione delle emissioni di Co2 per le autovetture nuove e i nuovi veicoli commerciali leggeri con il target del 2035 per la produzione di flotte a zero emissioni. Si rispetta così quanto era stato proposto dalla Commissione.

Si tratta del primo accordo realizzato nell’ambito del Pacchetto Fit for 55.

Il Parlamento ha introdotto una metodologia per la valutazione e la comunicazione dei dati delle emissioni di Co2 dell'intero ciclo di vita di automobili e furgoni venduti sul mercato dell'Ue; metodologia che sarà presentata dalla Commissione entro il 2025.

L'Esecutivo Ue pubblicherà inoltre una relazione entro la fine del 2025, e successivamente ogni due anni, per valutare i progressi verso una mobilità stradale a emissioni zero, e monitorerà e riferirà annualmente il divario tra i valori limite di emissione e i dati reali sul consumo di carburante ed energia, con l'obiettivo di adeguare le emissioni specifiche medie di Co2 del produttore a partire dal 2030.

In base all’accordo, i finanziamenti dell'Ue dovranno essere convogliati verso la transizione verso veicoli a emissioni zero e tecnologie correlate e in particolare verso le piccole e medie imprese della  filiera automobilistica.