MIMS: convenzione con Ansfisa per ispezioni su strade e autostrade

Si intensificano le iniziative per verificare la sicurezza delle infrastrutture in Italia.

Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha siglato, infatti, con l’Agenzia Nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali (Ansfisa) una convenzione per accelerare le attività operative con un programma di ispezioni su strade e autostrade.

L’Agenzia diventa così un ente con funzioni operative non solo sul ramo delle ferrovie.
Per questo è previsto anche il potenziamento dell’organico.

La convenzione regola i rapporti tra ministero e agenzia e, recependo le indicazioni del ministro Enrico Giovannini, consente ad Ansfisa di mettere in atto un piano di ispezioni su strade, autostrade e sui gestori delle infrastrutture.

Con la convenzione viene data attuazione al decreto legge sulle Semplificazioni e alla governance del Pnrr che delinea le competenze e le attività dell’agenzia, definendo con precisione la missione di Ansfisa e il programma di ispezioni sulle strade e sulle autostrade in attuazione delle attività di vigilanza per il 2021. Saranno, quindi, controllati a campione tratti di strade e autostrade e oponti, viadotti e gallerie, nel rispetto dell’andamento del traffico stradale, anche in considerazione del periodo estivo.

Intanto, Ansfisa continuerà a esercitare funzioni di supervisione sul mantenimento nel settore ferroviario.