Conferenza Nazionale delle Autorità portuali, fissata la road map dei lavori

“Le azioni di ripresa e resilienza devono trasformare e rilanciare il sistema dei porti in chiave di sostenibilità. Le zone economiche speciali (Zes) e lo sviluppo dell’intermodalità con la connessione dei porti alla rete dei trasporti agevoleranno la creazione di valore aggiunto a beneficio delle collettività”.

E’ quanto ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, che ieri ha presieduto, in modalità telematica, la Conferenza Nazionale di Coordinamento delle Autorità di Sistema portuale.
La Conferenza, che ha il compito di coordinare e armonizzare a livello nazionale le scelte strategiche relative ai grandi investimenti infrastrutturali e alla pianificazione urbanistica in ambito portuale, ha stabilito una programmazione sistematica delle attività con una road map dei lavori fino al 31 luglio.
I presidenti delle Autorità portuali hanno inoltre presentato proposte di semplificazione e accelerazione per la realizzazione delle opere in ambito portuale che saranno ora analizzate da un gruppo di lavoro che coinvolgerà anche gli altri Ministeri competenti.