Investimenti 2020/2021: 122 milioni per l’autotrasporto

Come comunicato dal portale del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (qui), è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale il decreto n. 203 del 12 maggio 2020 relativo agli investimenti 2020/2021.

L’atto del Ministero stanzia per il biennio in questione oltre 122 milioni di euro di contributi a favore degli investimenti delle imprese di autotrasporto. Gli acquisti da parte delle imprese saranno finanziabili solo se effettuati dopo l’entrata in vigore del decreto, ossia il giorno dopo rispetto alla pubblicazione in Gazzetta. Per modalità e procedure, invece, bisognerà aspettare l’emanazione del decreto direttoriale di attuazione: solo da quel momento sarà possibile presentare domanda.

Le risorse disponibili, per la precisione 122.255.624 euro complessivi, possono essere fruite per diverse tipologie di veicoli:
– 46,4 mln per veicoli a trazione alternativa (LNG, CNG, Ibrida e Full Electric);
– 44,1 mln per rottamazione e contestuale acquisizione di veicoli Euro 6 e veicoli commerciali leggeri;
– 29,2 mln per rimorchi e semirimorchi per trasporto combinato ferroviario e marittimo;
– 2,4 mln per casse mobili.

Il decreto riporta anche i nuovi massimali di contributo previsto per ciascun veicolo acquistato:
– 20 mila euro per i veicoli a trazione alternativa (LNG) di massa superiore a 16 Ton; il contributo è aumentato di 2 mila euro se viene dimostrata la radiazione per rottamazione di veicoli obsoleti;
– 15 mila euro per ogni veicolo euro VI di massa superiore a 16 Ton.;
– 10% del costo di acquisizione dei rimorchi e semirimorchi per il combinato per medie imprese, percentuale che sale al 20% per le piccole imprese, con un tetto di 5 mila euro per ogni rimorchio/semirimorchio; per le grandi imprese euro 1.500 per ogni rimorchio/semirimorchio;
– 8,5 mila euro per ogni gruppo di 8 casse mobili e 1 rimorchio/semirimorchio.