Porti: una risoluzione per semplificare le norme sui dragaggi

Via libera alla risoluzione sulla competitività dei sistemi portuali che semplifica la disciplina del dragaggio.

Le commissioni Trasporti e Ambiente della Camera hanno dato, infatti, il voto favorevole al testo che impegna il Governo ad assumere ogni iniziativa utile a favorire “un efficace coordinamento degli investimenti e delle scelte strategiche dei sistemi portuali italiani, al fine di migliorarne la competitività e l'attrattività, facendo anche riferimento alle più avanzate esperienze realizzate nell'Unione europea" e "a rafforzare e consolidare gli investimenti per i collegamenti ferroviari di ultimo miglio con le aree portuali nonché per l'adeguamento della rete ferroviaria, al fine di consentire il trasporto merci con treni conformi al cosiddetto Modulo 750, con particolare riferimento ai più importanti hub portuali del Paese”.

La risoluzione chiede quindi di semplificare, nel rispetto dell’ambiente, le operazioni di dragaggio e di definire meglio anche in ambito normativo la disciplina del conferimento in mare dei sedimenti provenienti da dragaggio.

Nelle premesse, il testo ricorda anche che "nella scorsa legislatura è stata introdotta una nuova disciplina relativa alle operazioni di dragaggio, volta a superare i problemi connessi all'esecuzione di tali interventi, assolutamente essenziali per garantire la piena funzionalità dei porti”.