Unrae, veicoli commerciali: il mercato 2022 si chiude a -13%

Si trattava di un crollo annunciato: il settore dei veicoli commerciali leggeri ha chiuso il 2022 con un calo a doppia cifra.

In base all’analisi del centro Studi e Statistiche di Unrae, infatti, durante l’anno appena trascorso sono stati immatricolati 160.830 veicoli con massa a pieno carico fino alle 3,5 tonnellate, 24.000 veicoli in meno rispetto a gennaio-dicembre 2021, per una flessione del 13%.

A contribuire al calo anche il mese di dicembre che ha chiuso a -14,6% rispetto allo stesso mese del 2021, con 14.165 veicoli immatricolati contro i 16.581 del dicembre dell’anno prima.

Secondo l’unione dei costruttori esteri, il 2023 appena iniziato dovrebbe vedere un ulteriore ripiegamento del mercato con una possibile ripresa nella seconda parte dell’anno: le stime per l’anno in corso parlano di un volume di mercato di circa 170.000 veicoli, pari a +5,7% rispetto al 2022.

Per quanto riguarda le motorizzazioni, nel periodo gennaio-novembre il diesel si è fermato al 76,2% di quota (-7,7% rispetto allo stesso periodo del 2021), il benzina è arrivato a quota 5,5% (+2,3%), il Gpl è salito al 3% di share, mentre il metano ha ridotto la sua rappresentatività all’1,2%. I veicoli ibridi invece hanno guadagnato terreno incassando l’11,1% di share (+5,1%), i plug-in hanno rappresentato lo 0,4% del totale e gli elettrici sono saliti al 2,6% delle preferenze.